MAIL ISTITUZIONALI DEGLI STUDENTI E DELLE STUDENTESSE DELLE CLASSI PRIME

Da oggi sono attive, anche per le classi prime, le mail di istituto: ogni studente ha una sua mail da dove devono partire tutte le comunicazioni di tipo scolastico e a cui la scuola comunica tutto ciò che è di pertinenza didattica e organzizativa dell'istituto.

Le mail sono così strutturate:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. es. Luca Verdi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I cognomi composti sono stati uniti: es. De Rossi Andrea Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

In caso di cognomi o nomi doppi è stato considerato solo il primo cognomi: es. Matteo Maria Bianchi Rossi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per accedere alla mail si può andare su google, cercare "web mail aruba" e inserire come username l'indirizzo della mail.

La password è per tutti ChangeMe-1 e deve essere cambiata al primo accesso con una password personale.

L'accesso deve essere fatto entro domani sera, 17 settembre 2020, in quanto da venerdì saranno inviate sulla mail di istituto le credenziali per accedere al registro elettronico.

In caso di problemi è possibile scrivere al tecnico di istituto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutto il personale della scuola ha una propria mail, contraddistinta dalla presenza del .edu nel dominio e costruita in questo modo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

es. mail dei due vicepresidi:

mail prof. Pichetto (settore didattico-organizzativo) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

mail prof. Cignatta (settore linguistico-progettuale) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Stampa