LA SCUOLA RIPARTE

Care studentesse e cari studenti,

cari genitori,


le voci e le notizie che si succedono attorno alla ripresa della scuola sono molteplcici e non sempre congrue; alle decisioni che, a diverso livello, hanno preso organi ed enti in merito ai differenti aspetti della questione (fondi, organici, interventi strutturali, misure varie) non sempre sono seguite operazioni in grado di mettere le singole scuole nelle condizioni di pianficare con esattezza i percorsi necessari. Per questo motivo fino ad oggi non abbiamo rilasciato dichiarazioni, emanato circolari, fatto annunci. A due settimane dall'inizio delle lezioni, ci pare però giusto rivolgervi una parola chiara circa quanto si è fatto in questi mesi, quanto si intenda fare e dove si voglia arrivare.

 

Anzitutto è fondamentale dirvi che crediamo fortemente in una scuola in presenza per tutti e da subito, come deliberato dal consiglio di istituto; su questo principio abbiamo inteso costruire ogni azione o intendimento. Abbiamo lavorato affinché la scuola potesse essere per tutti, in presenza e in sicurezza non solo dal ‪14 settembre‬, data in cui riapriremo i battenti per le lezioni del nuovo anno scolastico, bensì già per i corsi finalizzati a rendere operativi i Piani di Apprendimento Individualizzati che tutti gli studenti insufficienti in qualche disciplina agli scrutini di giugno, frequentano dall’‪1 di settembre‬ secondo tempi e modi già comunicati.

 

Il primo valore di una scuola è servire i suoi studenti e i corsi PAI rappresentano un iniziale, certamente non esaustivo, momento di riconciliazione tra l’esperienza vivificante della scuola e quella psicologicamente e formativamente provante del lock down: la scuola torna a fare scuola e questo, comunque la si pensi, è una buona notizia.

 

Eppure non basta: abbiamo chiesto, e siamo in attesa di avere, la possibilità di sdoppiare alcune classi per permettere alle nostre aule di essere in grado di accogliere tutti, abbiamo svolto - supportati dagli Enti Locali - importanti lavori di riqualificazione degli edifici e stiamo stendendo un ampio protocollo, cui seguiranno indicazioni più dettagliate, per un rientro in sicurezza e condiviso. Il protocollo, che conterrà linee guida stringenti circa orari, tempi, organizzazione degli spazi e della vita scolastica in sicurezza, al fine di garantire il pieno diritto costituzionale allo studio, sarà disponibile la settimana prossima al termine della necessaria analisi che di esso faranno il Collegio dei Docenti e il Consiglio di Istituto, in quanto espressioni di tutta la comunità educativa.

 

Ci stiamo preparando al meglio a riaccogliervi, nella speranza che anche per tutti voi il ritorno fra i banchi ‪il 14 di settembre‬ rappresenti una festa attesa da tempo.


Stampa