CORONAVIRUS, DECRETO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER L'ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI IN PRESENZA

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
VISTA l’emergenza epidemiologica in atto;
CONSIDERATA l’importanza di ridurre al minimo lo spostamento dei lavoratori sul territorio e di limitare le occasioni di contatto interpersonale sui luoghi di lavoro;
VISTA la Legge 22 maggio 2017, n. 81, Capo II (Lavoro agile), art. 18 e seguenti;
VISTO il DPCM 8 marzo 2020, art.2, lett. r che prevede la possibilità di applicazione di modalità di lavoro agile per tutta la durata dello stato di emergenza di cui alla deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020;
TENUTO CONTO delle Variazioni al Piano Annuale delle attività del Personale ATA effettuate in data 11/03/2020 , a seguito di Direttiva prot. 1745 del 11/03/2020 e della nota prot. n. 323 del 10 marzo 2020, avente per oggetto: “Personale ATA. Istruzioni operative“, volte al contenimento degli spostamenti delle persone;
VISTI i DPCM del 9 e dell’11 marzo 2020;


VISTE le note del M.I. n. 279 dell’8 marzo 2020 e n. 323 del 10 marzo 2020;
VISTO l’art. 87 c. 1 lettera a) del D.L. 18 del 17 marzo 2020 recante misure di potenziamento del servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID- 19, che cita: “Fino alla data di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID- 2019, il lavoro agile è la modalità ordinaria di svolgimento della prestazione lavorativa nelle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, che, conseguentemente: a) limitano la presenza del personale negli uffici per assicurare esclusivamente le attività che ritengono indifferibili e che richiedono necessariamente la presenza sul luogo di lavoro, anche in ragione della gestione dell’emergenza
CONSIDERATA la necessità di contemperare quanto sopra visto e considerato con l’art. 25 del decreto legislativo n. 165/2001 che pone in capo ai dirigenti scolastici la competenza organizzativa delle attività delle istituzioni scolastiche affinché sia garantito il servizio pubblico di istruzione; CONSTATATO che sono state avviate dai docenti le attività di Didattica a Distanza con gli alunni della scuola;
VALUTATO che le attività indifferibili da rendere in presenza sono:
- l’avviamento e/o il completamento di pratiche per le quali è necessaria la consultazione dell’archivio cartaceo conservato a scuola o l’accesso a dati memorizzati sui file server interni dell’istituto;
- la gestione in proroga dei contratti per i supplenti temporanei, per la parte concernente la firma e la consegna dei contratti stessi, stante la necessita di proseguire con le attività di DaD già intraprese dagli docenti;
- la verifica periodica dell’integrità delle strutture;
- la preparazione di certificazioni o documenti da recapitare via servizio postale o di corriere per motivi urgenti o per attività indispensabili al pieno sviluppo della didattica a distanza;
- la consegna in presenza agli utenti di certificazioni o documenti non altrimenti recapitabili;
- la consegna in presenza ai docenti o agli studenti di strumenti necessari al pieno sviluppo della Didattica a Distanza e non in loro possesso;
- l’accesso residuale ai dispositivi informatici per i docenti in condizioni di impossibilità di collegamento remoto per il pieno sviluppo della didattica a distanza.
D I S P O N E  C H E
a far data dal giorno 19 marzo 2020 e fino al giorno 3 aprile 2020 (salvo ulteriori proroghe o l’insorgenza di indifferibili necessità di servizio)
- le attività didattiche si effettuino a distanza, secondo le modalità già avviate dai docenti e descritte nelle Linee Guida di istituto, in continuo aggiornamento, con la collaborazione dello staff;
- gli uffici amministrativi dell’Istituto continuino ad operare da remoto secondo la modalità del lavoro agile che saranno definite nell’aggiornamento del Piano delle Attività degli ATA, fatti salvi i servizi indifferibili in presenza;
- i servizi indifferibili da erogarsi in presenza, individuati in premessa, siano garantiti nelle giornate di martedì e venerdì in orario 09.00 – 13.00, presso la sola Sede di Rapallo. Nei rimanenti giorni della settimana e negli altri plessi si procederà all’apertura solo nei casi in cui venga ravvisata un’urgenza imprevista;
- l’orario di ricevimento ordinario del pubblico e del personale sia sospeso e la consulenza avvenga solo tramite comunicazione all’indirizzo istituzionale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., fissando eventuali appuntamenti in presenza per necessità indifferibili, nei giorni e nell’orario indicati in precedenza.
Il DSGA provvederà a integrare il Piano delle Attività del personale ATA, a partire da quanto già disposto a far data dal 10 marzo, con le nuove esigenze sopra definite.
La presenza del personale presso le sedi di servizio prevede l’assunzione di tutte le misure idonee a prevenire il contagio (distanziamento sociale, misure di igiene personale ecc.).
Il Dirigente Scolastico Guido Massone
documento firmato digitalmente


Stampa